Stare al passo con i Topic Cluster

topic cluster Ekeria.jpg
Pubblicato il 21 settembre 2021 da Giorgio Ziboni

Gli algoritmi di Google

Negli anni è nato un nuovo metodo con il quale creare i contenuti di qualsiasi blog, questo in seguito alla necessità da parte delle aziende di rimanere in contatto con le novità degli algoritmi di Google, mutuati a loro volta da modifiche che hanno interessato gli utenti della rete.

Grappolo is the new style

Il termine “topic cluster” si può tradurre in “grappolo tematico” e questo ci può aiutare a capire come funziona questo metodo: durante la creazione di contenuti per la propria azienda isola un tema che possa permettere un collegamento logico con altri contenuti, così da creare il grappolo sopra citato.

Diventa fondamentale quindi portare argomenti inerenti al settore di competenza, scegliere il tema di collegamento così da avere il proprio acino di partenza, ovvero la pagina che funge da fondamenta per tutte le linee di connessione tra i vari contenuti.

Un esempio potrebbe essere che gli acini più piccoli sono gli articoli che approfondiscono le varie sfaccettature di un tema e questi sono strettamente connessi all’acino più grande.

Tecnicamente da non sottovalutare sono i link da inserire nel modo giusto. Questi ultimi sono fondamentali per la costruzione logica del tessuto di collegamento. Avere un buon sito, strutturato nel modo giusto e con contenuti di qualità, come spiegato in questo articolo, ci permette di attirare la giusta clientela indirizzandola sulla strada che vogliamo far loro seguire sui nostri portali.

L’importanza delle parole chiave

Il target è la chiave per il successo del nostro progetto.
Conoscere il proprio settore e i gusti dei clienti interessati rende le varie campagne di sponsorizzazione più semplici ed efficaci.

Uno dei modi per indicizzare i nostri contenuti è quella di utilizzare le parole chiave o keywords corrette per il proprio contenuto, sebbene tutti i creatori di contenuti online utilizzino quest’ultime, la parte che fa la differenza è il collegamento logico che abbiamo spiegato fino ad adesso, la creazione di keywords e link sensati, che permettano collegamenti naturali dal punto di vista del lettore/spettatore, indicizza un interessato, ma sconosciuto, sulle nostre vetrine virtuali creando una grande possibilità che diventi nostro cliente.

Su Google e sui vari motori di ricerca vengono caricati ogni secondo tantissimi contenuti e Il risultato di questa operazione è stata una proliferazione in rete di contenuti di diverso tipo.
Google è quindi obbligato ad ordinare questi contenuti, mutando di conseguenza il modo con cui le persone fanno le loro ricerche online, se prima la sinteticità delle parole chiave era di fondamentale importanza, ora, frasi più articolate vengono digitate per ottenere una ricerca più specifica e non perdere tempo nello scorrere i vari contenuti che non combaciano con i bisogni dell’utente della rete.

Questo ci fa capire come sia diventato importante ottimizzare i propri contenuti in modo adeguato, sfruttando le keywords e le potenzialità dei link interni per posizionarsi all’interno del giusto grappolo di competenza.

< Indietro
ekeria-image.png

Stai cercando un partner digital che ti accompagni nella crescita?

Entra in contatto con noi